Progetti e segnalazioni

PROGETTI SPECIALI
Per il proprio trentennale il SI FEST ha commissionato un manifesto a Mario Cresci, maestro della fotografia da sempre legato a Savignano. Cresci ha risposto all’appello con una sua creazione in tiratura limitata ispirata al tema di questa edizione, Futura. I domani della fotografia
Presentazione: golena del fiume Rubicone; ven. 10 sett. (ore 18).
Il Comune di Savignano sul Rubicone e l’Università di Bologna uniscono le forze in un progetto che coinvolge studenti e docenti del Campus di Rimini. Fotografia e moda sono i punti di partenza di un identikit multidisciplinare della società contemporanea. Oltre a ospitare incontri e performance in diverse location cittadine, il SI FEST espone i lavori più interessanti emersi dal progetto
Corso Vendemini, 24; fino al 26 sett.
“Non c’è ritratto più ritratto di quello dove la persona si mette lì, in posa, consapevole della macchina, e non fa altro che posare” scriveva Ugo Mulas. Con lo stesso spirito l’Associazione Cultura e Immagine, insieme a Savignano Immagini, propone un censimento fotografico interamente basato su ritratti analogici.
A cura di Sauro Errichiello, Alessandro Bocchi, Nicola Bruschi e Alessandro Oncini
Cortile della Vecchia Pescheria; sab. 11 sett. (ore 10.30-12.30, 16-18, 21.30-23.30) e dom. 12 (ore 10.30-12.30, 16-18).
Tre sere di dopofestival, con dj set e musica live in collaborazione con i-Fest. Tra i protagonisti: Velvet Club and Factory, Python, Simona Diacci Trinity
Golena e argini del fiume Rubicone; 10-11 sett. (dalle 22), 12 sett. (dalle 20.30).

LIBRI E STAMPE
Una libreria a cielo aperto per chi ama la fotografia e vive di cultura.
Partecipano: Cesura Publish, Danilo Montanari Editore, emuse, FIAF, Gente di Fotografia, La Photo Trouvée, Marmo Libreria, Obiettivo Libri, Pazzini Editore, Postcart, Seipersei, selfselfbooks, s.t. foto libreria galleria
Piazza Borghesi; 10-12 sett.
Uno spazio dedicato all’opera di Marco Pesaresi, alle sue fotografie e ai suoi indimenticabili reportage
Corso Vendemini, 61; fino al 26 sett.

SI FEST OSPITA
Quattro classi del Liceo artistico “Carlo Amoretti” di Imperia ragionano sul rapporto tra sé e autoritratto, con un video nato da un laboratorio e ospitato nella mostra dell’Istituto “Marie Curie” di Savignano Dal selfie all’autoritratto
Monte di Pietà, fino al 26 sett.
Il SI FEST ospita gli esiti di My Dear, laboratorio fotografico nato in risposta all’obiettivo 5 dell’Agenda 2030 dell’ONU: “raggiungere l’uguaglianza di genere”. Condotto da Filippo Venturi nell’ambito del progetto europeo Shaping Fair Cities, il laboratorio ha coinvolto 15 donne di varie nazionalità, residenti tra Savignano sul Rubicone, San Mauro Pascoli, Gatteo e Cesenatico. Ognuna ha ricevuto una macchina fotografica per raccontarsi in pochi scatti: ad accomunare i lavori è il bisogno di ascolto e vicinanza. Progetto promosso dall’Unione Rubicone e Mare, in collaborazione con l’Associazione Between, con il sostegno di ASP Rubicone
Showroom Montemaggi Designer (via Roma, 2); fino al 26 sett.

SI FEST SEGNALA
Una collettiva di 20 artisti istantanei italiani che attraverso la cornice bianca di una Polaroid raccontano un futuro sorprendente. Oltre alla mostra ci saranno workshop, Polawalk e presentazioni
Bottega 42 (piazza Borghesi, 6); 10-12 sett.
 
Nel 2001 apriva l’Hospice di Savignano sul Rubicone, la prima struttura pubblica per cure palliative dell’Emilia-Romagna. A 20 anni di distanza, una mostra fotografica racconta cosa significa curare quando l’obiettivo non è guarire ma migliorare la qualità della vita
Cinema Teatro Moderno (corso Perticari, 5); 10-12 sett. e weekend fino al 3 ott.
Un percorso espositivo che rievoca la Savignano di una volta: un viaggio nel tempo dedicato alle persone, ai luoghi e al cambiamento della città, un itinerario tra strade e vicoli, attraverso la rappresentazione della quotidianità di chi ha vissuto e amato Savignano
Showroom Montemaggi Designer (via Roma, 2); fino al 26 sett.
Refashion APS ospita le mostre Dietro ad una bellezza imperfetta di Marco Della Pasqua e Il lato perfettibile della bellezza del collettivo Refashion (per informazioni e visite guidate: refashionaps@gmail.com). Alle mostre si affianca il workshop di Emanuela Bagoi L’imperfetta bellezza, che parte dalla fotografia per concentrarsi sull’identità fisica delle persone diversamente abili e sull’adaptive fashion
Atelier Ri-creativo Refashion APS (via Roma, 37); mostre fino al 26 sett.; workshop 11-12 sett. (ore 15.30-17.30; 15 euro).
Un viaggio per immagini nel mondo di pre-adolescenti e adolescenti, a cura dell’associazione culturale Il Giardino dei Tigli e della cooperativa La Finestra
Pala Centrogiovani (via Raffaello Sanzio, 90); ven. 10 sett. (ore 17-20), sab. 11 sett. (ore 10-12, 16-21), dom. 12 e weekend 18-19 sett. (ore 10-12, 16-19).
Paolo Ventura espone i suoi racconti fotografici sospesi tra memoria e immaginazione. “Più che rifare un mondo che è già esistito, preferisco inventarne un altro, che non ho visto”
San Mauro Pascoli, Villa Torlonia (Sala delle Tinaie); fino al 26 sett. (ore 9.30-12.30, 16-19, chiuso il lunedì; 5 euro).
Torna come ogni anno l’appuntamento con la rassegna riminese dedicata alla fotografia. Il titolo di questa edizione, che
include numerose proposte non di rado in antitesi tra loro, è Contengo moltitudini. Fotoazioni e morfologie dai territori
Rimini, Museo della città (Ala nuova); mostre fino a sett./ott.